Colori nel marketing, l’importanza cromatica nella comunicazione

I colori svolgono un ruolo di primo piano nella comunicazione, grazie alla loro capacità di muovere ed orientare la psiche delle persone; i colori nel marketing, dunque, sono fondamentali da un lato nell’influenzare l’esperienza di acquisto nei consumatori, dall’altro lato sono necessari per creare, e per rafforzare, la brand identity. Scegliere il colore “giusto” è essenziale all’interno di una strategia di marketing: ma qual è il colore “giusto”?

La percezione dei colori

Non esiste un colore “giusto” per un brand o per un prodotto; tuttavia, c’è una simbologia legata ai diversi colori, ad esempio sarebbe molto strano trovare un prodotto naturale e biologico di color nero, dato che convenzionalmente siamo abituati a rappresentare (e a vedere rappresentati) concetti legati alla natura di colore verde.
La percezione dei colori è, innanzitutto, legata alle esperienze personali di ognuno di noi in quanto individui; ma la percezione dei colori è anche collegata al nostro luogo di provenienza: ogni cultura, infatti, identifica i colori con diversi significati. Ad esempio, nella cultura occidentale il rosso significa passione, energia, rabbia; lo stesso colore, invece, in Sud Africa simboleggia il lutto ed in India la purezza. I colori, dunque, non sono sottoposti a convenzioni sociali internazionali: è quindi molto importante pensare a chi sono i nostri utenti quando pianifichiamo i colori della nostra comunicazione.
Così come la provenienza geografica, anche il sesso degli utenti è da tenere in considerazione per la scelta dei colori: diverse ricerche hanno dimostrato che maschi e femmine hanno preferenze diverse, preferenze che vanno oltre il semplice gusto personale. Secondo gli studi, infatti, le donne sarebbero più abili nel riconoscere le diverse gradazioni di colore, mentre gli uomini riescono meglio a scorgere elementi in movimento; queste caratteristiche sarebbero dovute al nostro passato di cacciatori-raccoglitrici: i maschi cacciatori dovevano essere in grado di individuare le prede da lontano, mentre le femmine si dedicavano alla raccolta di frutti e bacche, oggetti statici e colorati.

Colori nel marketing, essenziali per la brand identity

La psicologia dei colori nel marketing è fondamentale quando si parla di brand identity e di riconoscibilità del marchio; rendere un brand riconoscibile significa fare in modo che i consumatori associno un colore al tuo brand: mai sentito parlare di “rosso Coca-cola”? Eppure la Coca-cola è una bevanda marrone! Ciò nonostante, quando vediamo un logo rosso sulla porta di un bar, sappiamo che lì dentro sarà possibile bere della Coca-cola, anche senza leggere la scritta (scopri di più sul perché il colore della Coca-cola è il rosso).
Come creare la propria brand identity grazie al colore? È sicuramente essenziale scegliere i colori che si adattano al meglio ai propri valori aziendali, tenendo conto dei colori scelti dai competitor e cercando di differenziarsi, per quanto possibile. È altrettanto importante la coerenza, nel riproporre i colori scelti nelle diverse aree di comunicazione (logo, sito web, pubblicità offline ed online, packaging) e la costanza nell’utilizzare gli stessi colori nel tempo, anche se ci sono diversi casi di successo dove i colori del brand sono cambiati attraverso grosse operazioni di rebranding.

Omitech Crea, l’agenzia giusta per il tuo brand

Contattaci per una consulenza strategica, ti supporteremo nel creare il tuo brand, oppure, se ne hai già uno, ti aiuteremo a rafforzarlo oppure a rinnovarlo, in base alle tue esigenze ed ai cambiamenti del mercato.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

Potrebbe anche piacerti